L'Unione

Presentazione

Ai sensi della legge regionale n.26 del 12 dicembre 2014, i comuni di Arba, Andreis, Barcis, Castelnovo del Friuli, Cimolais, Claut, Clauzetto, Erto e Casso, Frisanco, Maniago, Meduno, Montereale Valcellina, Pinzano al Tagliamento, Sequals, Tramonti di Sopra, Tramonti di Sotto, Travesio, Vajont, Vito d’Asio e Vivaro costituiscono l’Unione Territoriale Intercomunale delle Valli e delle Dolomiti friulane.

Lo scopo dell’Unione è la valorizzazione di un sistema policentrico che favorisca la coesione tra le istituzioni del sistema Regione-Autonomie Locali, l’uniformità, l’efficacia ed il miglioramento dei servizi erogati ai cittadini, nonché l’integrazione delle politiche sociali, territoriali ed economiche.



Costituzione dell'UTI delle Valli e delle Dolomiti Friulane

Lo scorso 14 Aprile 2016, ai sensi dell'art. 7, comma 2, della L.R. 26/2014, il Sindaco del Comune con il maggior numero di abitanti della costituenda UTI ha convocato la Conferenza dei Sindaci, al fine di approvare la proposta di redazione dell’atto costitutivo e dello statuto dell’UTI. 

Il 15 Aprile 2016 viene convocata l'Assemblea dei Sindaci per la costituzione dell'UTI.

Il 20 Aprile, l’ Assemblea elegge al suo interno il Presidente dell'UTI, la cui durata in carica è fissata in tre anni (art.14, comma 1 della L.R. 26/2014).

Dato atto all’art. 15 dello Statuto dell’UTI, viene previsto l’Ufficio di Presidenza quale organo esecutivo dell’Unione e composto dai Coordinatori dei Subambito.

Precisato che i Componenti dell’Ufficio di Presidenza durano in carica quanto il Presidente e che l’Ufficio di Presidenza collabora col Presidente per il governo dell’ente e impronta la propria attività ai principi della trasparenza e dell’efficienza, con Decreto n. 1 del del 29 giugno 2016 del Presidente viene nominato l'Ufficio di presidenza, composto dal Presidente e da n. 6 Componenti.